Chefare
21.09.2018

Simone Arcagni

A Torino la galleria Wild Mazzini si è specializzata in opere d’arte che nascono come rappresentazione di dati. I galleristi credono e sostengono il potenziale estetico delle visualizzazioni, un mondo simbolico fatto di numeri, scritte, grafici, cromatismi, figure, modelli…


Corriere della Sera
27.07.2018

Alessandro Chetta

«Ding an sich», «Noumenon». Traduciamo subito: «cosa in sé» e «noumeno», e non che messi in italiano i due termini tedeschi siano più intellegibili. Ma Immanuel Kant, che su quei due concetti ci ha speso un’esistenza, rappresenta la stazione dove il treno della filosofia si arresta.


La Stampa
21.07.2018

Raphael Zanotti

«Immaginate di trovarvi in un corridoio con delle pareti bianche. Supponete di rivolgere il vostro sguardo verso una di quelle pareti e di riuscire a vedere, con un unico colpo d’occhio, l’intera opera di Immanuel Kant».

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9