5-10 febbraio 2019
Wild Mazzini
Installazione
8 febbraio 2019, ore 18
Wild Mazzini
Incontro con l'artista: prenota un posto

HashedTime è un’opera di data art digitale che esplora il rapporto tra “registrazione digitale dati” e “memoria umana”. Più che un’istantanea delle discussioni e delle pubblicazioni in corso, offre un monitoraggio in tempo reale del flusso dei migliori hashtag su Twitter e delle immagini più popolari su Instagram, a partire dalla creazione dei due servizi – 2006 per Twitter e 2010 per
Instagram.

Come un calendario perpetuo, HashedTime permette di stabilire collegamenti tra parole e immagini nel tempo, a partire dalla data corrente. Grazie a questa lettura verticale, diventa possibile rintracciare i temi e gli argomenti principali del dibattito pubblico o seguire le passioni degli utenti.

Da questo data board in continua evoluzione appare un mondo profondamente instabile e sempre più incerto. In una continua oscillazione tra accordo e contraddizione, dubbi e certezze, la vita sociale e la vita individuale sembrano intrisi di un’infinita varietà di emozioni.

Che cosa ricorderemo esattamente di questo flusso di informazioni? Queste pubblicazioni ci rappresentano davvero? Qual è la proporzione tra temi importanti e banalità? È possibile rintracciare un pensiero guida? Queste sono alcune delle questioni sollevate dal lavoro di David Bihanic in collaborazione con Marc Le Renard.

David Bihanic

Designer e docente presso l’Università di Parigi 1 Panthéon Sorbonne, Bihanic è anche ricercatore associato presso l’École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs. Nel suo lavoro esamina sia i processi che i limiti estetici ed epistemologici del design.

Nel 2018 è stato il curatore della mostra “1, 2, 3 data” presso la Fondazione EDF di Parigi. Attualmente la mostra si trova nella sede di Edison a Roma.

Marc Le Renard

Laureato presso l’ESIEA, scuola francese di Scienze digitali, Le Renard è un ingegnere esperto di realtà virtuale (VR) e Augmented Reality (AR). In questo campo ha guidato e collaborato a programmi di ricerca nazionali ed europei, oltre che a progetti industriali.

È fondatore e CEO dello studio FOKS-lab specializzato in formazione, progettazione e produzione di sistemi 3D immersivi.